sabato 24 settembre 2016

La Potenza del Mito





Ecco per voi tutti una "Mitica" lezione del  Prof. Salvatore Lo Bue tenuta qualche anno fa a Palermo.
Tratta della Libertà e di tantissime altre questioni umanamente fondamentali interpretate dal potente punto di vista della mitologia. Un punto di vista questo tanto insolito quanto profondo ed illuminante (oggi come ieri e... prima ancora). Un punto di vista che, alla luce della devastante e dilagante inconsapevolezza filosofica e politica odierna, risulta oggi necessario ed utile più che mai.

Questi video sono quindi un elogio appassionato ed appassionante alla potenza dei miti e, con essa, alla cultura, alla consapevolezza. alla ribellione, al coraggio, alla bellezza, all'amore, alla spiritualità, alla speranza, alla legalità e, ovviamente, alla... Libertà!

Una boccata d'ossigeno di poco meno di due ore (complessivamente).

Secondo me due ore ben spese. Meglio ancora, ottimamente spese.

Rimanendo in tema, per chi volesse osservare ed approfondire il concetto della "potenza del mito" sotto un diverso (ma ugualmente interessante) punto di vista, il consiglio è di leggere anche il sorprendente post del prof. Ugo Bardi, di cui riporto qui di seguito il titolo ed il link: Far pace con le nostre Chimere.


Buona visione, buona lettura e buon futuro a tutti dal vostro poco mitico, ma tanto affezionato, Panda.

venerdì 23 settembre 2016

Nessun bambino sarà lasciato indietro



Questo toccante TED Talk, parla di moltissime cose.

Ovviamente parla di una nuova procedura medica, ma parla anche della forza dei sogni, dell'empatia e della solidarietà. Parla della straordinaria forza della collaborazione. Parla dell'inestimabile valore di unire vecchie e nuove conoscenze. Parla del valore della ricerca scientifica. Parla dell'impegno.

In onore di tutto ciò e di molto altro ancora il vostro affezionato Panda vi augura...

...Buona visione e buon futuro a tutti!

venerdì 16 settembre 2016

"Non credo al Riscaldamento Globale" 2. ( Il clima é sempre cambiato! )

Qui sopra potete vedete solo l'inizio del fumetto.
Per vederlo nella sua interezza cliccate qui.
Dopo il capolavoro di Banksy del post precedente, il Panda oggi vi propone un bellissimo fumetto di analogo tenore. Riguarda la temperatura terrestre degli ultimi 20.000 anni ed è correlato degli avvenimenti storici e climatici associati alle varie epoche.

Un briciolo di ironia dedicato a tutti quelli secondo cui:

"Il clima é sempre cambiato!".

Una precisazione: questo "fumetto/timeline", per quanto "buffo", è scientificamente rigoroso oltre ad essere in lingua inglese. Vi prego di credermi però quando dico che non serve essere climatologi od anglofoni per comprendere. Basta infatti scorrere la linea temporale (verso il basso) fino a giungere ai giorni nostri per comprendere il messaggio.

Un'ulteriore precisazione per facilitare la lettura (soprattutto per chi non si trova a suo agio con l'inglese): il fumetto è un semplice grafico che indica (con una linea tratteggiata) lo scostamento della temperatura media rispetto quella rilevata nel periodo che va dal 1961 al 1990. Quando la linea tratteggiata è sul valore zero (al centro del grafico) vuol dire che, in quell'epoca, vi era la stessa temperatura media che si è verificata nel periodo 1961-1990. Quando la linea tratteggiata si trova a sinistra rispetto allo zero (strisce azzurre) vuol dire che faceva più freddo e quando si trova a destra (strisce rossastre) vuol dire che faceva più caldo. L’intervallo delle temperature mostrato è da intendersi quindi come uno scostamento, periodo per periodo, compreso tra i -5° centigradi ed i +5° centigradi rispetto al valore di riferimento (ossia la temperatura media misurata nel periodo compreso tra gli anni 1961 e 1990).

Un'ultima doverosa precisazione: 20.000 anni non sono bazzecole, perciò il fumetto ha inevitabilmente una certa "lunghezza". Non sarebbe quindi stato pratico mostrarlo per intero all'interno di questo post. Il vostro Panda si limita perciò a passarvi il link grazie al quale potrete vederlo nella sua splendida interezza:

Una linea temporale della temperatura media del pianeta Terra

Buona visione e buon futuro a tutti dal Panda

mercoledì 14 settembre 2016

Non credo al Riscaldamento Globale

I dont' believe in Global Warming - by Banksy
(Non credo al Riscaldamento Globale)
Un po' di sana ed artistica ironia (quella di Banksy qui sopra) non guasta per "festeggiare" (si fa per dire) l'undicesimo mese consecutivo con la temperatura media globale più elevata di tutti i tempi da quando esistono le rilevazioni scientifiche. Anche agosto 2016 ha segnato l'ennesimo record mensile. In altre parole ANCHE agosto, quest'anno, è risultato essere il più caldo degli ultimi 136 anni, cioè da quando si sono iniziati a registrare i dati delle temperature  mensili globali. E sono 11 mesi consecutivi che fanno registrare un tale record. Per chi volesse saperne di più:

NASA - agosto 2016 mese piu caldo mai registrato.


Buon futuro a tutti dal Panda

P.S. - Un po’ mi vergogno a pubblicare, con un banalissimo ed impenitente copia-incolla, un capolavoro di Banksy sul mio misero bloghettino, ma penso che l’autore non se ne avrà troppo a male, come credo non ne avrebbe sofferto il grande Picasso… e il vostro Panda ne ha la prova: 
I bravi artisti imitano, i grandi artisti rubano! By Pablo Picasso Banksy

mercoledì 7 settembre 2016

Una ferita PROFONDA... e una possibile cura.



Che queste parole di Don Luigi Ciotti siano di stimolo all'azione! La prescrizione è una ferita profonda. Mina alla fonte la giustizia e l'uguaglianza e, di conseguenza, la democrazia stessa.

Per chi fosse interessato a fare qualcosa in merito allo scandalo delle prescrizioni (e far sentire la propria voce già lo è), il vostro affezionato Panda segnala la petizione on-line di Riparte il Futuro: qui.


Buon futuro a tutti dal Panda

martedì 6 settembre 2016

Qualche grado in più? Cosa vuoi mai che sia!



Nonostante tutto, ancora in pochi sono in grado di comprendere a pieno cosa voglia dire alzare di qualche grado la temperatura media globale. Questo breve video rende l'idea di immediata comprensione per tutti, senza però rinunciare al rigore e alle dovute spiegazioni.

Ancora una volta il Panda intende ringraziare pubblicamente il mitico maxrupo per la sua paziente ed importante opera di traduzione e "sottotitolatura" di video meritevoli d'essere diffusi (come questo).

Buona visione e buon futuro a tutti dal Panda

giovedì 1 settembre 2016

Distrutto murales di Banksy del valore di oltre un milione di euro per una... ristrutturazione?!

Il murales 'La cabina spia' - Spy Booth - uno dei capolavori di Banksy andato perso.

La notizia ha fatto il giro del mondo ed è stata ripresa da moltissime testate: un famoso murales, un vero e proprio capolavoro della Street Art a livello mondiale è stato distrutto completamente. Perso per sempre.

In Gran Bretagna, a Cheltenham, a circa 200 chilometri a ovest di Londra...

mercoledì 31 agosto 2016

I paradisi fiscali



Può sembrare strano guardare spezzoni della tv tedesca. Vi garantisco che, se in Italia venisse trasmessa tv di qualità analoga, il vostro affezionato Panda posterebbe ben volentieri quella italiana. Leggere i sottotitoli non è altrettanto piacevole che ascoltare le parole pronunciate a viva voce e nella propria lingua madre.

Se poi, senza nulla voler togliere ai comici tedeschi, si guardano sketch comici...

Ma sto divagando. Questo video vuole essere di spunto per due distinte riflessioni:

1) la prima riflessione ovviamente riguarda l’evasione fiscale organizzata e più in particolare il legame (squallido assai più che ambiguo) che lega politica ed evasione fiscale (dove la prima si finge impotente verso la seconda in modo tale da poter più facilmente legittimare agli occhi "inesperti" dei ceti meno abbienti la palese sperequazione fiscale “legale” che avvantaggia industrie e ricchi);

2) la seconda riflessione riguarda l’effettivo grado di libertà d’espressione esercitabile nella tv italiana; il fatto è che, in Italia come in Germania, non mancano comici "impegnati" come Sabina Guzzanti, Daniele Luttazzi, Natalino Balasso o, per rimanere a fatti recenti, Lillo & Greg. L'unica differenza è che qui in Italia non li possiamo vedere in tv! L'elenco qui riportato, ovviamente, è solo a puro titolo d'esempio. L'elenco esaustivo dei censurati e degli epurati, infatti, sarebbe semplicemente troppo lungo (e di certo non riguarderebbe solo i comici).

Di primo acchito fiscalità e libertà d'espressione possono sembrare due argomenti completamente slegati. Tuttavia è bene notare che, anche per la libertà d'espressione, analogamente all'evasione fiscale, la politica è assai meno impotente di quanto vorrebbe far pensare (e di certo molto meno impotente di quanto dovrebbe esserlo in tema di libera circolazione d'idee, se operasse in un reale e sano stato democratico).

La riflessione finale, quindi, potrebbe semplicemente essere: Quanto la politica attuale (su scala internazionale) è realmente impotente difronte ai tanti gravi problemi che affliggono le nostre vite e quanto invece la politica è collusa, complice o persino l’origine di quegli stessi problemi?


Buona visione e buon futuro a tutti da Panda

mercoledì 24 agosto 2016

Quando controllore e lobbista sono la stessa persona

Fonte: https://www.riparteilfuturo.it/
Il vostro Panda riporta qui testualmente un appello (correlato di rispettiva PETIZIONE) lanciato da Riparteilfuturo.it (un'associazione che combatte la corruzione a 360°) :


Ciao, 
cosa penseresti se un politico, finita una lunga carriera al governo, usasse la sua posizione come trampolino di lancio per fare il lobbista in una potente banca d’affari? In Europa è appena successo.
José Manuel Barroso, dopo essere stato per 10 anni presidente della Commissione europea, ora è a libro paga di Goldman Sachs, una delle banche responsabili della crisi economica del 2008. Barroso inoltre continua a prendere la pensione pagata dai cittadini di tutta Europa.
Le istituzioni e i politici europei esercitano un forte potere su tutti noi e, tra le loro competenze, c'è anche quella di regolare e controllare il mercato e l'industria in Europa. Spesso, però, quegli stessi politici e funzionari finiscono a lavorare per le multinazionali e le società che erano chiamati a controllare e regolare nel loro ruolo pubblico fino a pochissimo tempo prima. Questo fenomeno si chiama revolving doors (porte girevoli) e ha conseguenze molto dannose: lobbies e grosse società private si accaparrano le competenze, la rete di relazioni e la capacità di influenza di ex funzionari pubblici. Il tutto, a netto svantaggio degli interessi dei cittadini.
(Approfondisci il tema delle revolving doors) 
Il risultato è che interessi opachi e di parte condizionano senza trasparenza le scelte pubbliche in Europa, influenzando di fatto le nostre vite. Non possiamo rimanere a guardare: i nostri amici di AlterEU e WeMove EU hanno lanciato una grande petizione europea per regolare i meccanismi delle revolving doors. Puoi saperne di più sulla petizione qui.
Se ti interessa il tema, firma la nostra petizione per regolare il lobbying in Italia e in Europa.
Il team di Riparte il futuro


Buon futuro a tutti dal vostro affezionato Panda

martedì 23 agosto 2016

Yanis Varoufakis: il capitalismo si mangerà la democrazia



Gianīs Varoufakīs, economista ed ex-Ministro delle Finanze della Repubblica Ellenica, parla del rapporto che lega il capitalismo attuale alle moderne democrazie. Un’analisi complessa che può suscitare reazioni opposte. Su una cosa credo tuttavia che si dovrebbe essere tutti pienamente d’accordo riguardo alla democrazia moderna. Per dirla con le parole di Yanis: “In Occidente, facciamo un errore colossale dandola per scontata”.

Il passo tra dare per scontato e trascurare purtroppo è breve.

Occorre proteggere ciò che si ama. Bisogna averne cura, crederci e nutrirlo. Altrimenti cosa rimarrebbe delle nostre vite?


Buona visione e buon futuro a tutti dal vostro affezionato Panda